Una delle novità più belle di questo difficile 2020 è la riapertura del Centro Sportivo Comunale, che per alcuni anni è rimasto chiuso.
Una felice combinazione di esigenze comuni ha portato l’Associazione Sportiva Bergamasco e l’Amministrazione Comunale di Masio a trovare l’accordo per la gestione del Centro Sportivo e di una Scuola Calcio.
L’Amministrazione Comunale ha deciso di investire nel centro sportivo e di riparare per prima cosa i danni degli spogliatoi e del campo provocati dalle esondazioni del Tanaro e dai vandali, che ancora quest’anno hanno lasciato il loro segno di inciviltà.
L’obiettivo è di dare un’opportunità di incontro e di fare sport ai ragazzi di Masio, assieme ai coetanei degli altri paesi.
La novità è piaciuta anche a Massimo Brusasco, giornalista del Piccolo, che da anni segue e supporta le iniziative sportive e non solo che si organizzano a Masio. Di seguito riportiamo un suo contributo.
“A Masio torna il calcio grazie... all’USD Bergamasco. D’altronde, con questi chiari di luna, non ci sono molte soluzioni: se i nostri piccoli paesi non uniscono le forze sono destinati a spegnersi. Vale per i servizi comunali, ad esempio, ma anche per lo sport. Dunque, ben vengano 'partnership' inimmaginabili all’epoca delle rivalità da campanile. Ora, se si vuole non solo 'fare qualcosa' ma anche essere competitivi, bisogna unire le forze.
Bergamasco, ormai da qualche anno, ha investito sul calcio e, soprattutto, su un settore giovanile che dà modo ai ragazzi della zona (Alessandria compresa) di poter fare sport, in un clima famigliare, in un sodalizio che non ha troppe velleità di classifica ma il desiderio acclarato di offrire un’occasione di incontro, svago e amicizia.
Il campo sportivo di Masio, dunque, è al servizio della società sportiva del Bergamasco, che, pur con difficoltà, lo sta risistemando, dando modo ai propri giovani di avere uno spazio ulteriore, oltre a quelli del paese (in regione Braida e al San Pietro) e di Incisa Scapaccino. Dunque, può proseguire così la tradizione calcistica masiese, anche se i fasti sembrano lontani. “Non possiamo che ringraziare il comune di Masio per l’opportunità che ci offre - dice Gianfranco Baroni, responsabile del settore giovanile dell’Unione sportiva Bergamasco - Completeremo i lavori strutturali non appena possibile, nella speranza di potenziare ancora il nostro vivaio, anche con il coinvolgimento dei ragazzi masiesi”.
Il settore giovanile del Bergamasco ha 145 tesserati, compresi bambini in età da scuole elementari. La prima squadra milita in Terza categoria. Il presidente è Roberto Benvenuti.”
Massimo Brusasco

torna all'inizio del contenuto